Sabato è già arrivato e il weekend sembra sempre duri troppo poco. Nel primo articolo abbiamo introdotto questa nuova rubrica che si occuperà di bellezza (avete letto lo scorso articolo?) e oggi parliamo di un tema che, sicuramente, vi sta molto a cuore: lo smokey eyes.

Lo smokey eyes è un classico del make up utilizzato sopratutto di sera, anche di giorno non viene disdegnato. E’ il preferito dei make-up artist e, spesso, nei catwalk vediamo modelle sfoggiare il loro meraviglioso smokey.

Giulia dice: “L’ombretto “sfumato” rende lo sguardo incredibilmente enigmatico e seducente e la sua particolarità è quella di star bene su tutti i tipi di occhi, intendendo per tipi sia forma che colore: sta bene su occhi grandi perchè tende ad enfatizzare ancor di più questo pregio, ma sta altrettanto bene su occhi non particolarmente ampi perchè dona loro profondità, rendendo lo sguardo intenso.”

In base al colore degli occhi verranno utilizzate diverse tonalità: ombretti con sottotono freddo (nero/grigio/blu) su occhi azzurri e quelli con sottotono caldo (marrone/verde/caramello) su occhi marroni o verdi.

Il consiglio dell’esperta:

Realizzare uno smokey eyes non è facile, ma nemmeno impossibile. Questi sono alcuni consigli che mi sento di dare alle ragazze per evitare i cosiddetti “occhi da panda”

1- Sfumare, sfumare, sfumare (dunque, aver un buon pennello da sfumatura)!

2- Mettere dello scotch sotto l’occhio (sì, avete capito bene!), nella parte più esterna, oppure tenere con la mano un fazzoletto sotto l’occhio in modo che la polvere dell’ombretto vada a cadere sullo scotch/fazzoletto e non sulla pelle.

3- Utilizzare preferibilmente ombretti poco polverosi.

4- Prima di applicare l’ombretto in polvere creare una base solida con un buon correttore o un primer oppure, come faccio io, con un kajal morbido: in questo modo l’ombretto si “attaccherà” maggiormente alla palpebra, senza volare via e sporcare la pelle circostante;

5- Applicare il correttore sulle occhiaie solo una volta finito di realizzare lo smokey eyes (non prima di cominciare, come fanno in molte): in questo modo, dopo aver spazzato via eventuali residui di ombretto con una salviettina struccante, andrete a rendere la parte sottostante l’occhio super pulita e omogenea.

6- Utilizzare un colore di transizione (piuttosto chiaro: beige, taupe, grigio, cammello, ecc.) nella parte che va dalla piega dell’occhio fino alla palpebra fissa: in questo modo la sfumatura sarà ancora più fine.

IL RISULTATO SARA’ PIU’ O MENO QUESTO

IMG-20160311-WA0043

Una volta che avrete imparato a mettere in pratica questi principi base, realizzare uno smokey eyes vi sembrerà un gioco da ragazzi. Questo tipo di make-up è, infatti, uno dei trucchi più veloci realizzare poiché prevede l’applicazione di solo due/tre colori (prevalentemente neutri) e pochissima precisione, in quanto “sfumato” equivale a bordi che si confondono e colori che si mischiano senza stabilire un confine netto.

Ecco il video tutorial da seguire per avere uno smokey-eyes perfetto 😉

 

 

 

Vi aspetto alla prossima, sempre qua 😉

Commenti

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *