Non è un caso che in copertina all’articolo su Sanremo 2020 ci sia proprio Achille Lauro, la grande rivelazione di questo festival se si parla di Moda.

L’amato odiato festival di Sanremo 2020 ha fatto, anche per questa edizione, parlare molto si sè: dalle dichiarazioni del presentatore che hanno scatenato l’ira di femministe e non, al caché degli ospiti fino alla lite Morgan-Bugo.

Tra i tanti look, quelli che hanno fatto discutere dividendo la critica e il pubblico sono stati sicuramente quelli di Achille Lauro. Lauro, insieme alla direzione artistica di Alessandro di Michele, GUCCI, ha sfoggiato tre look opportunamente studiati per rappresentare tre personaggi cardine della storia del mondo occidentale.

San Francesco. 

La celebre scena attribuita a Giotto in una delle storie di San Francesco della basilica superiore di Assisi. Il momento più rivoluzionario della sua storia in cui il Santo si è spogliato dei propri abiti e di ogni bene materiale per votare la sua vita alla religione e alla solidarietà. 

La Divina Marchesa Luisa Casati Stampa. 

Musa ispiratrice dei più grandi artisti della sua epoca. Grande mecenate, performer prima della performing art e opera d’arte vivente.

Elisabetta I Tudor.

Vergine sposa della patria, del popolo, dell’arte e difensore della libertà. Che Dio ci benedica. 

Gli esperimenti dell’artista hanno dato l’esito sperato: hanno fatto parlare di sè.

Ma Sanremo 2020 ci ha regalato tanti altri look, alcuni meno sobri, altri azzeccati e altri davvero negativi.

I promossi: Elodie

Bellissima nei suoi abiti neri, il mio preferito il micro dress nero con scollatura di design. Make up e acconciature perfettamente in linea con lo stile della cantante, un po’ romantica e un po’ rock.

I promossi: Levante

Sobia, elegante, perfettamente a suo agio in completi fascianti. Alta, magra, con lunghi capelli neri che si prestano a ogni acconciatura per trasformare lo stesso taglio di abito in mille modi. Il mio preferito? In nero con smokey eyes abbinato.

I bocciati: Diletta Leotta

La spalla di Amadeus non brilla per scelta di outfit. Quello che meno rientra nelle mie corde è il maxi dress giallo. Too much.

I bocciati: Elettra Lamborghini

La regina del twerk e dei tormentoni estivi sbaglia totalmente look con la tuta che ricorda vagamente gli anni 70 con taglio a zampa e frange.

 

 

I bocciati: Irene Grandi

Per Irene gli anni e la moda sono ancora fermi al primo decennio del 2000.

Una carrellata di artisti che hanno raccontato la propria arte anche attraverso gli abiti.

Perché Sanremo è Sanremo! 

Commenti

Inoltre vi consiglio di leggere...