Sacro e profano, religioso e pagano che si mescolano e confondono durante la notte più terrificante dell’anno. Usanze che abbiamo importanto d’oltreoceano che, negli ultimi anni, si sono modificate … si, perché le ultime tendenze parlano chiaro: bisogna spostarsi più a sud e “prendere in prestito” le tradizioni del messico precolombiano.

El dia de los muertos (il giorno dei morti) è una festività sudamericana in cui si celebrano, con grandi feste, i defunti; la durata delle celebrazioni possono durare anche una settimana e, durante queste, si balla, canta e festeggia liberamente.

Una delle tradizioni che abbiamo importato riguarda il makeup: maschere colorate che ricordano le statuette con cui si celebrano i defunti.


Le maschere conservano la tradizione mesoamericana e si vestono di glamour con accessori per capelli e abiti ricercati: grandi corone di rose e collane-sculture per essere fashion in ogni occasione, anche ad Halloween. Ciò che caratterizza questo particolare make-up sono i colori accesi (blu, rosa, giallo), i grandi fiori disegnati attorno agli occhi, l’accenno di scheletro sulle labbra e i ghirigori che contornano il viso.

Ho scovato per voi questo semplice tutorial per ricreare la maschera messicana:

Questo è Halloween, grida insieme a noi,
fate largo a chi è speciale più di voi! (Nightmare Before Christmas)

Commenti

Inoltre vi consiglio di leggere...