Un pomeriggio elegante in un palazzo storico: sono stata ospite della Villa Montanari Rosati a Porto San Giorgio. Una residenza dell’800, recentemente ristrutturata, immersa completamente nel verde e circondata da giardini e alte palme. La bellissima tenuta sembra essere incorniciata dal blu del cielo e dal blu intenso delle acque della piscina.

La collezione di Vittorio Camaiani (che vi mosterò nel prossimo post) ci ha portato a scoprire luoghi lontani e incantati come la Scozia delle grandi regine e ci ha mostrato come sperimentare con le forme, i tessuti e i colori.

Ho scelto per l’occasione una jumpsuit floreale con delle high heels in sugero e pelle. Il pezzo forte dell’intero outfit è il cappello a falda larga (che avete già visto su instagram) e la pochette in cuoio scovata in un mercatino vintage.


Le grandi maison, già dalle sfilate dello scorso gennaio, ci avevo abituato alla fantasia floreale (che sia maxi o mini) tanto che Gucci ne ha fatto ormai uno status quo.

Una fantasia molto versatile che si presta a numerosi abbinamenti: con gli accessori in cuoio un po’ bohème, sullo chiffon con sandali gioiello (come la donna presentata da Dolce&Gabbana) per un’allure più classica o con anfibi in pelle e dettagli punk per chi conserva l’anima rocker.

Ho scelto la versione più bohème conservando la stessa palette di colori della tuta anche per gli accessori.


“Misuriamo le cose, ma il petalo di un fiore sa meglio di noi a quale distanza si trova il sole”
(Fabrizio Caramagna)

 

Commenti

Inoltre vi consiglio di leggere...