Corfù, Κέρκυρα in greco, è una delle isole più grandi della Grecia. Omero, nella sua Odissea, l’aveva identificata con l’isola dei Feaci: la popolazione che accolse Ulisse naufrago. Ciò che contraddistingueva questa popolazione dalle altre era l’ospitalità, la xenìa, che rendeva ogni ospite sacro per gli dèi e per la popolazione.

Corfù si presenta come un’isola divisa tra due colori: il blu del mare Greco e il verde della vegetazione che si incontra nell’entroterra.

Corfù Town, la capitale dell’isola, è chiusa tra due fortezze: la Old Fortess e la New Fortress. Entrambe portano i segni della dominazione straniera che ha visto susseguirsi bizantini, inglesi, veneziani e greci. La nuova fortezza è oggi sede della marina corfiota e svetta imponente sopra il nuovo porto dell’isola.

Le stradine che si snodano nel centro città nascondono negozi di souvenir e piccole botteghe artigianali: abbiamo scoperto una “bottega del tè e delle spezie” in cui la proprietaria vende speciali miscele per tè caldi e freddi. Lei dice che i suoi tè abbiano qualcosa di unico e particolare e alla mia domanda “Cos’è questo profumo che si avverte?” lei mi ha risposto “è la magia del mio tè”


Le spiagge sono molto diverse tra loro, a causa della natura eterogenea dell’isola; una delle spiagge più belle della costa est è quella di Benitses: un piccolo centro abitato che riporta ancora dei resti romani e che si snoda tra costa e collina. Un paradiso fatto di mare cristallino e spiaggia di pietre colorate

Il cibo è una sorpresa: oltre ai classici piatti di pesce, vi consiglio assolutamente di provare la Patsisada, carne accompagnata da una salsa speziata e il Souvlaki, spiedino di carne di pollo o maiale marinata e fatta alla brace che si accompagna con patate e insalata di pomodori e cipolle. Ma la vera chicca dell’isola (così come di tutta la Grecia) è lo yogurt bianco servito, per la colazione, con del dolcissimo miele greco e frutta fresca


Un viaggio inaspettato che mi ha spinto fin sulle coste di una delle isole più belle del mediterraneo. Sono tornata a casa con tanta bellezza in più e il cuore ricolmo di emozioni indimenticabili

 

Tante altre foto sul mio profilo Instagram (https://www.instagram.com/fashion_n_roll/)

“Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto. Quindi mollate le cime. Allontanatevi dal porto sicuro. Prendete con le vostre vele i venti. Esplorate. Sognate. Scoprite.”  Mark Twain

 

 

Commenti

Inoltre vi consiglio di leggere...