Una passeggiata a Parigi darà una lezione di storia, di bellezza e di vita.
(Thomas Jefferson)

Mai frase fu più vera. Camminare per Parigi significa camminare tra opere d’arte, secoli di storia, eleganza e romanticismo.

Se Roma è la città eterna, Parigi è la città romantica.

Come arrivare a Parigi? 

Se arrivate dall’aeroporto di Beauvais la soluzione migliore è la navetta shuttle che trovate appena fuori dall’aeroporto, parte 20 minuti dopo l’arrivo di ogni volo e vi porta direttamente a Parigi-Porte Maillot. Da lì, con la metropolitana è più semplice spostarsi verso tutta la città. I biglietti possono essere acquistati online (anche dall’Italia) con una tariffa scontata.

Se arrivate all’aeroporto Charles De Gaulle, le linee di autobus e la metropolitana partono verso tutta la città ogni 10 minuti.

Cosa vedere?

Le strade, i boulevard, i viali alberati e le stradine parigine sono dei piccoli tesori dove perdersi a contemplare i dettagli dei palazzi: piccole finestre, davanzali con i vasi di fiori, ingressi eleganti e portieri dei palazzi più signorili. Ogni angolo è degno di nota.

Se, però, avete a disposizione pochi giorni, concentratevi sulle attrazioni principali (quelle prettamente turistiche): la Tour Eiffel e gli Champs-Élysées, l’Arc de Triomphe e la Tour de Montparnasse dalla quale lo spettacolo del tramonto è imperdibile.

Dedicate uno spazio della vostra vacanza ai musei: il Louvre tra tutti, perdetevi tra le sue grandi sale e i corridoi più stretti fino ad arrivare a Mona Lisa; fermatevi a guardare la Vergine delle Rocce, i Caravaggi, La Libertà che guida il popolo o Il Giuramento degli Orazi, . Il Musèe d’Orsay con le opere di Van Gogh, Gauguin, l’arte greca e gli impressionisti. Fermatevi davanti all’Olympia di Manet o ai manifesti di Toulouse-Lautrec.

Il Centre Pompidou con le sue esposizioni d’arte moderna, con Kandinsky e alcune opere di Picasso.

L’Hôtel des Invalides, costruito per ospitare gli invalidi e che oggi ospita la tomba dell’imperatore Napoleone Bonaparte.

Il cimitero monumentale di Pere-Lachaise: un luogo sacro, di culto, il cimitero della città. Se camminate per i suoi vialetti, rispettate il silenzio. Qui potete fermarmi davanti alla tomba del cantante Jim Morrison: la sua tomba piena di fiori, braccialetti e dediche. Poco distante fermatevi davanti alla tomba del poeta Oscar Wilde, dove potete vedere le dediche, le poesie e le penne lasciate dai visitatori.

Tra i personaggi che riposano a Pere-Lachese ci sono anche Zola, Baudelaire, Chopin, Sartre.

La Basilica del Sacro Cuore, a Montmartre, è il terzo punto più alto della città: questo quartiere è il quartiere degli artisti di strada e dei caffè; il quartiere più dandy di tutta la città. Fermatevi a comprare un libro o in una “bottega nostalgia” (ricordate il film Midnight in Paris).

Scendendo passate dal quartiere “a luci rosse” della città, Pigalle, dove potete vedere sexyshop e night che si affacciano sul boulevard e fermatevi al Moulin Rouge per la foto di rito.

Fermatevi alla cattedrale di Sainte-Chapelle per ammirare le splendide vetrate colorate che raccontano storie bibliche e l’architettura gotica della struttura, un esempio di gotico radiante. Vi consiglio di prendere l’audioguida per scoprire tutti i segreti che si nascondono dietro questo monumento.


Dove mangiare?

La capitale francese è famosa per i formaggi, le baguette e i dolci. Se volete dei dolci instagrammabili fermatevi alla boutique Maison Ladurée sugli Champs-Élysées oppure chiedete degli Éclair ripieni di crema e ricoperti di cioccolato, non ve ne pentirete.

Dedicate del tempo per la colazione, prendete i croissant al burro in una delle boulangerìe parigine insieme ad un cappuccino fumante (evitate il caffè.)

Volete fare come i parigini? Comprate una baguetta appena sfornata e mangiatela per strada, un pezzo per volta.

Evitate i menù turistici a prezzo fisso, optate per un locale piccolo, frequentato dai locali. Controllate le recensioni su TripAdvisor lasciate dagli utenti. Se volete assaporare piatti parigini e ascoltare buona musica, fermatevi in zona Pompidou, in uno dei ristoranti che trovate sul boulevard.

Dineyland

“Se puoi sognarlo, puoi farlo”, diceva così Walt Disney.

Camminare per il grand boulevard di Disneyland è come camminare in un sogno, ogni cosa è magica, si perde il concetto di tempo e di età anagrafica. Tutti ritornano bambini e si stupiscono davanti al grande castello della Bella Addormentata.

I biglietti per il parco divertimenti possono essere acquistati online (non pagherete il supplemento del biglietto fatto alla cassa di circa 7 euro), controllate i periodi sul calendario che trovate sul sito ufficiale in modo da prenotare al prezzo più basso 😉

varcata la soglia del palco … stupitevi! Non vergognatevi di saltellare, fare le foto con le principesse e i personaggi più famosi della casa d’animazione, comprate le classiche orecchie da Minnie Mouse, assistete agli spettacoli e restate fino al grande spettacolo di fuochi e alla parata delle celebrità. Saranno momenti che porterete con voi per sempre 💕


Il souvenir perfetto è sicuramente il basco, indossatelo quasi poggiandolo sulla testa, come fanno le parigine.

Se a Parigi piove, non preoccupatevi!

“La città è più bella con la pioggia” 

 

Sul mio profilo Instagram trovate, nelle stories in evidenza, ulteriori contenuti e i video dello spettacolo a Disneyland 🤩

Commenti

Inoltre vi consiglio di leggere...