Tra i festival più importanti a livelli mondiali dobbiamo per forza annoverare il festival del cinema di Cannes, istituito per la prima volta nel 1946 (prima fu il festival del cinema di Venezia nel 1938) che, oltre ad essere una grande kermesse cinematografica è una grande occasione per vedere riunite sullo stesso red carpet tutte le star mondiali.

Questo festival ci ha riservato molte piacevoli sorprese: dal pancino in bella vista di Blake Lively, alla camminata scalza contro ogni schema di Julia Roberts, alla rockettare Marion Cotillard fino a Susan Sarandon e alla sua mise “importante”.

Chi ha detto che le star non sono persone “normali”? La bellissima Julia Roberts ha rotto tutti gli schemi camminando barefoot (a piedi scalzi) mostrando i suoi piedini a tutti i paparazzi appostati ai lati del tappeto; ha rotto gli schemi della moda ma restando elegante, simpatica e di una bellezza senza tempo!


I geni sono ereditari e nel suo caso mamma, papà e madre natura hanno fatto davvero un ottimo lavoro: Lily Rose Depp è la prova vivente del detto “buon sangue non mente”


Tra le star che mi hanno deluso c’è Eva Longoria, non valorizzata dall’abito fasciante bianco che ha messo un po’ troppo in risalto le sue curve. Amal (Clooney) meravigliosa in un abito giallo pastello senza troppi fronzoli mentre Kristen Stewart quasi androgina in un total white un po’ troppo total!


E, infine, voglio parlare di lei: la mamma più bella dello star system. L’abbiamo conosciuta ancora liceale nell’Upper East Side di New York accompagnata dalla sua migliore amica Blair e, prima ancora, fu una delle protagoniste di “4 amiche e un paio di jeans”; oggi Blake Lively (alias Serena) appare raggiante in tutta la sua bellezza, la dolce attesa ha solo confermato ciò che la natura le ha donato: classe e grazia sulle Croisette.


Un’altra occasione per sfoggiare abiti scintillanti in attesa del prossimo gran galà.

 

Cannes is a little bit like French wine. There are certain years that people prefer over others.

 

Vi aspetto alla prossima, sempre qua 😉

 

 

PH: google images, Vanity fair, Pinterest

Commenti

Inoltre vi consiglio di leggere...